Le migliori birre irlandesi da provare almeno una volta

0

Trovare una lista delle migliori birre irlandesi non è facile perché a loro modo sono tutte ottime e tutte portano con sé una storia fatta di tradizione e forte legame con il territorio.

Quando si parla di birra l’Irlanda sale in cattedra offrendo davvero un’ampia scelta e una qualità eccellente.

Non a caso la regina delle birre irlandesi, la Guinness, viene consumata in quantità industriali in quasi ogni parte del pianeta. Ma la stout nera più famosa del mondo non è l’unica birra irlandese che merita di essere assaggiata, sono tantissime infatti le eccellenti alternative irlandesi alla Guinness da gustare, noi ve ne elenchiamo 5.

Le migliori birre irlandesi: la Kilkenny

La lista delle birre irlandesi d’eccellenza non parte dalla Guinness ma da una rossa d’eccellenza, la Kilkenny con il suo sapore che ricorda un po’ quello degli arachidi. La Kilkenny è tra le più gustose dell’isola: prodotta nell’omonima città è una birra dal colore rosso scuro e dal sapore molto deciso con gradazione al 5% Vol., con una schiuma cremosa che ricorda un po’ quella della Guinness. È una birra molto corposa che viene esportata in tutto il mondo.

La Smithwick’s

La Smithwick’s è una straordinaria rossa originaria di Kilkenny  (viene prodotta infatti nello stesso stabilimento della precedente) con oltre 300 anni di storia. Esistono due versioni della Smithwick’s, la classica color rosso acceso e la versione Pale Ale, chiara e dorata. La prima è più fruttata, molto leggera e rinfrescante e con una forte nota di malto. La seconda, come tutte le Pale Ale, è prodotta con malti chiari ed è meno corposa ma con un gusto sempre amarognolo.

La Murphy’s

Passiamo a una stout sicuramente meno conosciuta della Guinness ma non meno importante e buona: la Murphy’s. Si tratta di una stout piuttosto leggera e cremosa di colore nero e con un sapore tostato e amaro. La gradazione, come quella di quasi tutte le stout, è bassa: 4% Vol. ed è quindi adatta a situazioni “beverine” anche estive.

L’inconfondibile Guinness

Birra Guinnes: foto

La regina indiscussa delle birre irlandesi è lei, nonché quella che meno di tutte ha bisogno di presentazioni: parliamo ovviamente della Guinness la stout nera irlandese doc che più di tutte le altre birre irlandesi si è fatta conoscere nel mondo. Prodotta a Dublino sin dal XVIII secolo è forse la birra più rappresentativa dell’Irlanda, considerati i 10 milioni di pinte bevuti ogni giorno in tutto il pianeta. Il gusto è forte, leggermente amaro e tostato, con note di caffè e cacao e una schiuma cremosa che al momento della spillatura va lasciata riposare. La gradazione alcolica è di 4,3% Vol.

La Beamish

La nostra lista termina con un’altra stout d’eccezione: la Beamish. Prodotta anche questa sin dalla fine del ‘700, la Beamish è una birra molto corposa, cremosa, scura e con un gusto ricco che ricorda quello del caffè. La gradazione della Beamish è pari a quella della Guinness, 4,3% Vol. ed è molto apprezzata dagli amanti delle stout, e stranamente anche da quelli delle lager perché leggera e la sua consistenza particolarmente cremosa la rende davvero piacevole.

 

Share.